VARIE

PERDONARE PER RICOMINCIARE A VIVERE

aprile 13, 2018
pace interiore

Stamattina, venendo in macchina, pensavo a quanto sarebbe facile e meraviglioso vivere dimenticando i torti subiti.

Ci tengo a chiarire che non si tratta di un “perdono” legato a qualsivoglia motivo religioso ma, anzi, di cura e amore verso noi stessi.

Possono essere piccoli o grandi, una frase che ci ha particolarmente ferito oppure un atteggiamento che ha toccato il nostro orgoglio o il nostro cuore. O ancora, qualcosa di più profondo e remoto, che viene da un’infanzia triste con un genitore assente o, peggio, violento.

A volte si subiscono tradimenti da persone che credevamo amici o dal partner, si litiga con i parenti e per moltissimi anni non ci si vede e non ci si parla e poi, improvvisamente accade magari che proprio quella persona venga a mancare senza che ci sia stata la possibilità di chiarire.

In quei momenti ci attanaglia un senso di impotenza misto a rabbia e sensi di colpa e ci si domanda spesso:

“Avrei potuto fare qualcosa?”

“Avrei dovuto fare qualcosa?”

I rimorsi sono il peggior compagno della vita insieme ai rimpianti.

Credo personalmente che saper perdonare presupponga un’infinita FORZA INTERIORE perchè nutre la parte più bella di noi, ma nello stesso tempo è una delle cose più difficili che ci siano al mondo.

La parola perdonare arriva dal latino e si compone di “per”, un prefisso come rafforzativo, e “donare”, concedere, condonare. Quindi DONARE completamente , senza riserve, senza mezze misure.

Personalmente tendo a voler DIMENTICARE, non tanto per la persona che mi ha fatto un torto, ma per amore verso me stessa: mi voglio bene e sono convinta che vivere nel rancore e nella vendetta indubbiamente faccia solo male a cuore, anima e corpo.

Risolvere la rabbia, sciogliere il rancore, sono infatti le chiavi per arrivare ad un livello di GUARIGIONE migliore di qualsiasi farmaco in commercio. E’ infatti provato dalla scienza che moltissime malattie, soprattutto quelle legate al fegato, dipendono da uno stato di “non perdono”.

ECCO IL MIO PERSONALE METODO :

Prima di tutto ho imparato a perdonare me stessa,

ad essere più “morbida” e   nei giudizi verso i miei errori o alcuni atteggiamenti che non mi piacciono. 

A guardarmi con sguardo indulgente e con gli occhi di chi NON GIUDICA e accetta i propri limiti.

Ciò che ne consegue è una riconciliazione continua con me stessa e con gli altri.

Mi metto ad esaminare quanto mi ha fatto (o detto) qualcuno solo lo stretto necessario per dare sfogo alla mia arrabbiatura (non ho detto che non mi arrabbio eh??!), capire quanto possa essere grave e, se davvero la cosa non è gravissima , PASSARE OLTRE.

Ira, odio, rancore, rabbia, vendetta … che terribile compagnia!|

IL PERDONO CI LIBERA DA TUTTO QUESTO!

Ovviamente non voglio assolutamente semplificare un percorso che in realtà è molto duro e impervio, soprattutto quando i torti subiti sono molto gravi e importanti. E’ un cammino a volte duro e doloroso, in alcuni casi ci sarà bisogno dell’aiuto di uno specialista o di un metodo che ci consenta di abbandonare la mente razionale tenendo conto che verrà a tampinarci come una fastidiosa spina nel fianco, provando a riaprire quelle ferite.

Ma ricordate : CHI NON PERDONA NON SI VUOLE BENE e sicuramente non andrà avanti nella sua vita. Vivrà di dolore alternato a sensi di colpa e angoscia;  ci saranno occasioni nella vita in cui un evento, una frase, un atteggiamento, saranno sufficienti per riaprire quella ferita e colpirci come un pugno nello stomaco.

E come diceva Bach, il padre della floriterapia con cui spesso lavoro:

“Non c’è vera guarigione senza un cambiamento nel modo di vivere, senza la pace del’anima, senza una sensazione di gioia interiore”.

Infine, un piccolo accenno ad una modalità trovata sul web che per alcuni di voi potrebbe essere utile:

  • cercate una foto di quando eravate bimbi
  • scegliete un posto che vi piace, molto tranquillo in cui non verrete disturbati
  • fissate quel bimbo con immenso AMORE e  tenerezza
  • pensati ai ricordi negativi che magari affioreranno come a nuvole passeggere, che vanno via …
  • entrate in contatto con quel bimbo, comprendetelo, abbracciatelo, coccolatelo e poi… PERDONATELO.
  • Scegliete delle frasi e ripetetele a voce alta, come ad esempio: ” mi perdono per gli errori che faccio ogni giorno, mi perdono per quella frase che avrei potuto evitare… ” etc.
  • ripetete questo esercizio tutte le volte che ne sentite la necessità e sentite un blocco dentro di voi.

Infine, quando potete, fate come , DIMENTICATE E ANDATE OLTRE.

vivrete sicuramente una vita migliore…una

Beautiful Life.

By Spitinfia

 

 

 

p.s.: se doveste avere bisogno di una formulazione di FIORI DI BACH ad hoc per il perdono e andare avanti, scrivetemi!!

    Leave a Reply