BELLEZZA

DI CHE PELLE SEI? :-)

aprile 19, 2018
pelle del viso

Oggi voglio parlare della pelle perché moltissime clienti mi chiedono : “che pelle ho?”

Qualche chiarimento è d’obbligo e spero di soddisfare tutte le curiosità e chiarire i vostri dubbi.

Ritengo che la pelle sia anzitutto un po’ il “bagaglio” delle nostre esperienze: belle o brutte che siano , soprattutto sul viso, i segni di quello che è stato , restano visibili.

Basti pensare che per sorridere si utilizzano dai 12 ai 15 muscoli mentre per soffrire ed arrabbiarsi se ne utilizzano, solitamente dai 60 ai 70!

Tracce indelebili del nostro vissuto grazie a tutti i sensori che questo vero e proprio “organo” chiamato pelle, possiede!

Personalmente ritengo che la pelle sia anche un fondamentale elemento legato all’autostima in una società che valorizza al massimo l’aspetto esteriore. Proprio per questo è importantissimo curarla fin da giovani.

Le cose da dire per la CURA della pelle sono molte, ma a quello dedicherò un altro post.

Oggi voglio proprio distinguere le tipologie di pelle nelle 5 maggiori riconosciute anche dai cosmetologi.

Teniamo conto che ovviamente nulla è mai ASSOLUTO  e che, soprattutto nel corso della vita la pelle ha un equilibrio instabile .

LA PELLE NORMALE

Parliamo solitamente di un soggetto mooolto giovane (beato!!), sano e che si alimenta correttamente .

CARATTERISTICHE

Giusto spessore epidermide e derma

Equilibrata produzione di sebo

Normale grado di acidità

Collagene ed elastina in quantità ottimali

Buona circolazione locale

COME SI PRESENTA : liscia, vellutata, senza pori dilatati, rosea perché ben vascolarizzata, luminosa e tonica : pizzicandola le strutture tornano subito alla normalità .

PELLE GRASSA

La pelle grassa la riconosciamo dall’eccesso di sebo che produce. Predispone spesso ad una pelle particolarmente segnata che può arrivare anche ad acne giovanile o tardiva.

CARATTERISTICHE

Maggiore spessore rispetto alla pelle normale

Untuosità e lucidità di base soprattutto nella zona a T (fronte, naso, mento) dove le ghiandole sebacee sono più numerose.

Facile irritabilità

COME SI PRESENTA : segnata, pori dilatati, punti neri, imperfezioni, lucida. L’aspetto positivo è che è elastica grazie proprio alla presenza di sebo e se pizzicata torna subito alla normalità.

PELLE SECCA

Questo tipo di pelle è la peggiore perché si segna molto facilmente , è sottile e sensibile, va incontro ad arrossamenti e, più facilmente e precocemente rispetto alle altre, anche alla formazione di rughe, soprattutto sulla zona del contorno occhi (vedi articolo contorno occhi)

CARATTERISTICHE

Struttura arida , sottile perché povera di acqua

A volte dà origine ad una sensazione di tensione, “pelle che tira”

È facile a desquamazioni ed arrossamenti

Manca di elasticità ed ha una scarsa resistenza ai fattori ambientali.

COME SI PRESENTA

Fine, asciutta, ha necessità di moltissima idratazione, non ha elasticità e tono e quando viene pizzicata dà origine a numerose increspature.

PELLE MISTA

La pelle mista è molto diffusa e presenta sia zone secche che grasse. Tipicamente ha la zona a T grassa con impurità e pori dilatati e il resto del viso, soprattutto le guance, con pelle secca.

Per caratteristiche e aspetto si può fare riferimento alle caratteristiche delle due tipologie di pelle. E’ la tipologia di pelle più diffusa soprattutto dopo i 35 anni.

PELLE IPERSENSILE E SOGGETTA A COUPEROSE

E’ una pelle sottile e fragile, non ben irrorata e soggetta a sbalzi di temperatura che peggiorano la già difficile situazione a livello circolatorio locale. Risente moltissimo delle influenze esterne , dei cambi di temperatura e ambiente: vento, sole e freddo , sono deleteri.

Richiede estrema prudenza sia nella cura e nella protezione che nell’utilizzo dei cosmetici.

Per ora DIREI CHE E’ SUFFICIENTE altrimenti diventa una lezione troppo pesante !!

Spero vi sia stato di aiuto e prossimamente inserirò altri articoli correlati alla CURA DELLA PELLE!

A presto

Beautiful Life

by Spitinfia

    Leave a Reply